Le News

Il mondo intorno La Ciosà

Ultime News

Eventi DIvini

La nostra nave ha affrontato la tempesta (?)

Riapriamo con lo spirito di una nave che ha affrontato una tempesta, con l’entusiasmo di un capitano che intravede la terra all’orizzonte dopo aver salvato il suo vascello dal naufragio. Malandati, forse, ma non per questo sconfitti. Chissà cosa sarebbe potuto succedere se avessimo tenuto i nostri bar e ristoranti aperti. Probabilmente avremmo comunque riscontrato un calo di clienti a causa del timore provocato dal contagio. Nessuno può saperlo e forse è inutile piangere sul latte versato. Ciò di cui siamo sicuri è che non è stato un periodo facile, per tanti, sicuramente non per noi. Tantissime uscite a cui di solito si risponde con l’incasso che però non c’è stato. Non ci sono state le cene aziendali. Non c’è stato il Natale, Santo Stefano e Capodanno. Poi in Veneto 2-3 giorni di tregua. Riapriamo i primi giorni di gennaio. Il locale, data la riduzione dei numeri a sedere, in quei giorni si riempie. Proprio allora abbiamo capito che la fiducia da parte di chi ci ha scelto e continua a sceglierci è il mattone su cui dovremmo edificare questo 2021. Ora il veneto torna in zona gialla, noi riapriamo e lo faremo con la consapevolezza che non è un “tana libera tutti”. È nostro dovere fare rispettare tutte le norme di sicurezza è dovere di tutti i cittadini contribuire al benessere di tutti evitando le bravate che in questo momento altro non fanno che ferire il nostro settore, che malconcio, continua a salpare verso il mare blu.

Qual è il costo di una recensione?

Al giorno d’oggi esistono diversi modi per recensire l’operato di un attività come La Ciosà.
È possibile lasciare un feedback attraverso le piattaforme dedicate come TRIPADVISOR, GOOGLE MY BUSINESS ecc. Esistono sistemi di ranking meno specializzate ma altrettanto efficaci come il “consiglia” di FACEBOOK.
Strumenti diversi ma non cambia lo scopo: giudicare l’operato di un’attività commerciale.

“Qual’è il costo di una recensione?”

Una recensione ha un prezzo salatissimo per l’attività che la riceve.
Ristorante La Ciosà cerca sempre di dare il massimo a tutti i suoi clienti ma non è sempre facile accontentare tutti.
Esistono anche recensioni lasciate sulla base dell’antipatia, magari create da concorrenti o amici di essi, per screditare il buon nome e l’operato.
Quanto sarebbe invece più produttivo “fare squadra” e comunicare un immagine positiva della cultura gastronomica chioggiotta?

Al di là della malafede e delle recensioni “costruite” invitiamo tutti i nostri clienti a comunicarci eventuali desideri, preferenze, in modo da allineare la nostra offerta alle loro aspettative.
In passato abbiamo accontentato le richieste di molti ROMEO, con decorazioni floreali e piatti afrodisiaci e abbiamo ricevuto feedback molto positivi.

Onestà intellettuale di chi ci giudica, non chiediamo niente di più.
Al momento non abbiamo Stelle Michelin, ma spesso i nostri clienti ci giudicano con la stessa durezza di Carlo Cracco a Materchef, senza magari avere le competenze per comprendere le peculiarità del piatto.
Perciò l’invito ai clienti è quello di essere onesti, di non giudicare sulla base di partiti presi o per favorire un competitor. Giudicateci per come siamo, e se poi succede che sbagliamo, siamo lieti di rimediare. SEMPRE.

Le cicale di mare

La cucina a Chioggia

Gli ingredienti di tutti i pasti della giornata e di quelli che, oggi, potremo distinguere in primi e secondi piatti, sono gli umili prodotti dell’orto e le qualità di pesce che non avevano mercato o che venivano pescate in quantità troppo misere per essere vendute. Una delle tante varietà di minestra è quasi sempre il primo piatto, seguita dall’immancabile polenta, nei migliori dei casi consumata assieme ai companàdeghi, cibi che si accompagnavano al pane, polènta e déi (polenta e dita) quando non si disponeva d’altro. I condimenti erano il lusso di gran poche famiglie, come anche la frutta, quasi totalmente assente nelle ricette tradizionali, con qualche presenza nei dolci. Assenti anche formaggi e vini, questi ultimi riservati solo per le grandi occasioni e comunque provenienti da fuori città. I dolci, legati alle principali festività, non hanno sempre avuto l’odierno significato gastronomico di concludere il pasto ma erano piuttosto consumati separatamente, durante la giornata[1].
Continua a leggere

Primosic

Serata Primosic

Venerdì 13 Dicembre 2019, presso La Ciosà di Chioggia, c’è stato un appuntamento con il sapore della cantina Primosic di Gorizia. È proprio la particolarità di questa zona della terra friulana a conferirne quel sapore unico e inimitabile. Il menù pensato da La Ciosà è il seguente:

Maso Grener

Serata Maso Grener

Venerdì 15 Marzo 2019, presso La Ciosà di Chioggia, c’è stato un appuntamento con la cantina Maso-Grener. I vini di Maso-Grener sono figli della freschezza delle Alpi e del calore Mediterraneo. Viene data molta importanza alla vitalità dei profumi e la sapidità del gusto, tipicità dei vini di Pressano. Infatti, come ci spiegavano i responsabili della […]

Serata Bortolusso

Serata Bortolusso

Fondata dal padre cav. Emiro Bortolusso, nata da un’antica tradizione di viticoltori. Venerdì 4 Ottobre 2018, presso il ristorante La Ciosà di Chioggia, c’è stata una cena enogastronomica per scoprire l’azienda agricola Bortolusso che si trova in Friuli Venezia Giulia in comune di Carlino (UD). Una terra unica, dove i terreni confinano con la laguna […]

LA NOSTRA STORIA

Ciosà indica il ritorno a casa dei pescatori chioggiotti.

Un nome che rimanda alla tradizione, La Ciosà.
Un menù ricco dei prodotti della tradizione del territorio.
Questi sono gli ingredienti che portiamo in tavola nel nostro ristorante di Raffaella Barbato, lungo il Canal Vena.
Continua a leggere